Pagine

7 gen 2016

Sono ancora qui


a


Oggi il vento ha spirato forte
Ho pensato mi portasse via con sé
Lontano da dove mi trovo ora
Verso terre e lidi a me ignoti
Dove trovare nuovi compagni
Purtroppo, però, sono ancora qui ancorato.

Oggi ha piovuto
Ha piovuto dentro e fuori di me
Speravo non restasse nulla della mia presenza
Sciolto, liquefatto, fino a diventare nulla nell’infinito
Infinito, invece, è solo il mio dolore
Quando mi rendo conto di essere ancora qui ancorato.

Oggi la terra ha tremato
Ha tremato tutto il mio mondo
Ho pensato che qualcosa stesse mutando
Che sarei tornato presto alla nuda terra
Ma era solo l'ennesima illusione
Ancora una volta mi ritrovo qui ancorato.

Sempre lo stesso
Nello stesso luogo
Tendo verso il cielo e non tocco nulla
Intrappolato nel mio nulla
Solo mi ergo anelando tutto ciò che non sono
Ma che sarei potuto essere.

Sono solo un albero
E il nulla è il mio compagno
Solo mi ergo in questo prato
Sotto il sole senza riparo.



Ho trovato questa poesia in un vecchio quaderno. Risale al 2010, lo so per certo perché ricordo bene il giorno in cui la scrissi. L'ho riletta e ho riprovato l'amaro e triste sapore di quei giorni, e ho deciso di lasciarla così: immutata e imperfetta, come il mio passato.


Miriam B.

Immagine di  ©Rasty690
http://rasty690.deviantart.com/




-->